venerdì 21 marzo 2014

Alberi da frutto: una scelta intelligente

Il progetto ioCOMPENSO permette di compensare le proprie emissioni di CO2 piantando nuovi alberi nel mondo e contribuendo così alla riforestazione del pianeta. Gli effetti positivi dell'adesione a ioCOMPENSO vanno anche oltre la compensazione. Gli alberi piantati sono per il 75% alberi da frutto che, oltre a neutralizzare le emissioni di CO2, sono un’importante fonte di reddito per la popolazione di Haiti (Paese a cui ioCOMPENSO si rivolge in modo esclusivo). Questo sarà possibile attraverso la riforestazione di una zona di 1000 ettari ed una gestione sostenibile della risorsa forestale e grazie a specifici interventi di formazione agro-zootecnica a favore dei contadini locali.

Conosciamo meglio gli alberi che vengono piantati con il progetto ioCOMPENSO, iniziando in questo primo articolo a scoprire alcune caratteristiche dell'albero di Cacao.

Nome: Theobroma cacao
Kg/annui di CO2: 60 circa


L’albero di cacao è un sempreverde che può raggiungere i 10 metri d’altezza ed è particolarmente sensibile alle variazioni climatiche. La zona in cui cresce e fruttifica in modo ottimale è infatti piuttosto ristretta.


Tra tutte le tipologie di alberi del progetto ioCOMPENSO, il cacao risulta una delle più interessanti per fornire, attraverso la lavorazione dei suoi frutti, una fonte di reddito aggiuntiva alla popolazione locale. I frutti della pianta del cacao, dai cui semi si ottiene poi la polvere di cacao, hanno la forma di piccoli meloni allungati, di colore diverso a seconda della varietà e del grado di maturazione.  Per ottenere la preziosa polvere vengono estratti i semi dai frutti,  ripuliti della polpa, sottoposti a fermentazione ed essiccati.


Il cacao ha una buona quantità di sostanze antiossidanti in grado di combattere i dannosi radicali liberi e rallentare il processo di invecchiamento delle cellule. Aumenta la concentrazione e la prontezza di riflessi e sostiene il sistema nervoso in caso di depressione. Secondo una recente ricerca condotta in Inghilterra basterebbe assumerne circa 20 grammi al giorno per prolungare la lunghezza della vita.

Per saperne di più sul progetto ioCOMPENSO, visita il sito: iocompenso.com

Nessun commento:

Posta un commento